Recensione

'I Puritani' conquistano Savonlinna

P. UNAMUNO - El Mundo
02 agosto 2017
Il tenore delle Canarie Celso Albelo e il soprano britannico Jessica Pratt hanno raccolto le ovazioni maggiori per le interpretazioni dei protagonisti del dramma d'amore fra Arturo ed Elvira in piena guerra civile fra i Puritani affini a Cromwell e i monarchici che appoggiavano gli Stuardi.
Recensione

I Puritani Madrileni in trasferta elevano il Belcanto ad altezze intossicanti

Hannu-Ilari Lampila - Helsingin Sanomat
02 agosto 2017
Jessica Pratt ha brillato nel ruolo femminile dei puritani come centro di tutte le emozioni. ... Il soprano inglese Jessica Pratt è un’esaltante e appassionata Elvira dai massimi livelli. Ardente di felicità e straziante quando colpita dal dolore. La famosa e stupenda scena della pazzia di Elvira prende quasi mezz'ora. La luminosa e radiante Jessica Pratt ha una straordinaria capacità di proiezione vocale sulla lunga distanza, coloratura da estasi e temperamento delicato. Elvira non è sola. In questa come in altre scene, il coro è attivamente coinvolto in una cassa di risonanza emotiva e collettiva. Quando l’empatia di coro e orchestra sostengono le passioni della solista l’incantesimo dello spettacolo si eleva ad altezze intossicanti.
Recensione

Belcanto, bellezza ipnotica

Jan Granberg - HBL
02 agosto 2017
La scena della pazzia era un tempo il culmine delle opere romantiche. Ce ne sono tre ne I Puritani, fra le più belle del genere. In questa produzione la protagonista Elvira, vaga sul palco abbracciata ad una luna calante. Jessica Pratt ha cantato con entusiasmo ed è stata brillante sia nelle parti delicate che in quelle virtuosistiche.
Recensione

L'opera I Puritani incanta il pubblico

Mikko Ojajärvi - Savonmaa
02 agosto 2017
Storia simile ad un Romeo e Giulietta con la differenza che Elvira dei Puritani (il soprano Jessica Pratt) e Arturo (il tenore Celso Albelo) sopravvivono alla fine. Il pubblico dell’Olavinlinna sbalordito dall’opera e soprattutto da Jessica Pratt. Ha cantato come un usignolo, fiati lunghi e apparentemente senza alcuno sforzo.
Recensione

Il "Teatro Real" invade la Finlandia

JULIO BRAVO - Finanzas
02 agosto 2017
Il soprano Jessica Pratt (molto acclamata con un clamoroso batter di piedi, qui considerato simbolo di trionfo) e il tenore Celso Albelo sono stati i protagonisti di questa trasferta finlandese de I Puritani.
Recensione

Opera review: Jessica Pratt abbaglia con il suo canto

Riitta-Leena Lempinen-Vesa - OOpera
01 agosto 2017
Altrettanto alto il livello vocale. Jessica Pratt è una soprano di coloratura di livello mondiale con note potenti e vibrato naturale. Il suono di altissima qualità sia sugli acuti che sulle note drammaticamente basse. I protagonisti rappresentano l’amore e la follia, il pubblico resta senza fiato ad ogni virtuosismo. … La Pratt è anche un’ottima attrice e la performance è brillante.
Recensione

RIGOLETTO - regia Ivo Guerra

Federica Fanizza - Sipario
14 luglio 2017
Protagonista indiscussa della serata è stata la Gilda di Jessica Pratt, ormai in un ruolo che ha consolidato e perfezionato nei suo anni di carriera ormai internazionale, dopo il debutto assoluto fatto in Italia nel 2007 nel circuito As.Li.Co . La sua Gilda è libera da smancerie infantili, definisce un personaggio maturo e consapevole delle sue azioni. Qui in Arena ha esaltato di più l'aspetto lirico e intimo del personaggio con una linea di canto fluida e nitida. Gli si può perdonare gli eccessi di coloritura e di fioriture in "Caro nome" ma ha saputo calibrare voce e fiato per farsi sentire negli spazi più alti delle gradinate; nella toccante confessione di «Tutte le feste al tempio», la Pratt ha mostrato tutta la sua vera, natura sopranile con l'uso accurato dei sui mezzi vocali. E come sempre nel suo stile di artista, nei gruppi di assieme ha saputo essere di traino come nella scena del terzetto del III atto.
Promo

Jessica Pratt debutta a Parigi

Musica Progetto
13 luglio 2017
Il soprano australiano debutterà a Parigi con una “Lucia di Lammermoor” in omaggio a Maria Callas Il timbro luminoso e la tecnica virtuosistica rendono Jessica Pratt una delle interpreti più importanti del repertorio del bel canto romantico. Con uno dei titoli più popolari di questo stile, la donizettiana Lucia di Lammermoor, il soprano australiano debutterà a Parigi inaugurando il 12 settembre la stagione 2017/18 del Théâtre des Champs-Élysées. Il melodramma romantico per eccellenza è un titolo molto caro a Jessica Pratt – che con questo capolavoro ha fatto il suo debutto nel mondo operistico nel 2007 – ed è l’opera che ha eseguito più di tutte nella sua carriera, in alcuni dei teatri più importanti del mondo come la Fenice di Venezia, il San Carlo di Napoli, la Scala di Milano, l'Opera di Zurigo, l’Opera di Israele, la Deutsche Oper di Berlino, l’Opera di Amsterdam e il Victorian Opera di Melbourne. Nel suo debutto parigino sarà accompagnata dall’Orchestre National d'Ile-de-France diretta da Roberto Abbado, in commemorazione del quarantennio dalla scomparsa della leggendaria Maria Callas, accaduta nella capitale francese. «Debuttare in questa città è un sogno, ancora di più con un ruolo che ogni volta che canto mi emoziona particolarmente, perché mi ha sempre accompagnata nella mia carriera», dice il soprano. In questo caso l'emozione si moltiplica «in quanto l'opera sarà un omaggio a una delle voci più importanti della storia e che ammiro molto, Maria Callas». Dopo il suo impegno a Parigi nella sua futura agenda ci saranno Il Flauto Magico di Mozart con la Los Angeles Philharmonic in una serie di concerti sotto la direzione di Gustavo Dudamel (ottobre), Don Pasquale all'ABAO-OLBE, L'elisir d'amore al Gran Teatre del Liceu di Barcellona, ??La Sonnambula al Teatro dell'Opera di Roma, il suo ritorno al Metropolitan di New York con Lucia di Lammermoor, Il Flauto magico ad Amburgo e Semiramide alla Fenice di Venezia, oltre ad altri . Per il 2018 è previsto il suo atteso debutto alla Sydney Opera House.
Recensione

'Tancredi' eccezionale a Valencia

Revista Musical Catalana
12 luglio 2017
Pratt è una delle poche interpreti che è riuscita a prendere in consegna la quasi leggendaria Amenaide di Mariella Devia. Il fraseggio, la voluttà dei sovracuti e il controllo scenico del personaggio si sono sommati in un altro successo della carriera inarrestabile del soprano di coloratura australiano. Memorabile la naturalezza con cui ha affrontato la grande scena "Gran Dio!", senza dubbio una delle più complesse produzioni di Rossini, così come l'accattivante "Com'è all'alma mia dolce" dal primo atto.
Recensione

ARENA DI VERONA 2017: RIGOLETTO (CON JESSICA PRATT E FRANCESCO DEMURO)

Francesco Lodola e Stefano de Ceglia - Ieri, Oggi, Domani, Opera
09 luglio 2017
Jessica Pratt è tornata in Arena con uno dei suoi ruoli più significativi, Gilda. Ed è stata una protagonista meravigliosa: piena di emozioni e di palpiti. È capace di assecondare sia il canto di coloratura (con un “Caro nome” stupendo) che la drammaticità del personaggio. Ne esce un ritratto freschissimo, vocalmente impeccabile. Il soprano, famosa anche per la perfezione del registro sovracuto, ha emesso puntature una più bella dell’altra, come quella nel finale della tempesta lucente per precisione e nitidezza.
Recensione

Verona, Arena Opera Festival 2017 – Pratt e Demuro in Rigoletto

Fabio Larovere - Connessi all'Opera
09 luglio 2017
Jessica Pratt ha affrontato con sicurezza e piglio il ruolo dell’ingenua figlia del buffone, sottolineandone il carattere e la determinazione, soprattutto quando decide di sacrificarsi per l’amato. L’eccellente belcantista non ha mancato di ricamare in modo impeccabile la sua aria, “Caro nome”, eseguita con tutte le puntature del caso.
Recensione

Ottimo e meritato successo per la replica della 'opera migliore' di Giuseppe Verdi

Simone Tomei - Gli Amici della Musica
09 luglio 2017
Gilda, è stata magistralmente interpretata dal soprano australiano, ma ormai naturalizzata italiana, Jessica Pratt; un approccio al personaggio da grande professionista quale è, che le ha permesso di sfoggiare la sua solita fresca vitalità ed un gusto interpretativo fuori del comune; ottimi gli accenti, curato il fraseggio e le precise messa di voce hanno trovato sempre una loro giustificazione ed un loro fine per portare alla luce le caratteristiche di un ruolo per nulla facile: la voce è salda, l'intonazione ineccepibile come pure l'interazione con gli altri personaggi sempre dotata di grande intesa ed amalgama vocali.
Recensione

Rigoletto di Giuseppe Verdi

KO - Anaclase
06 luglio 2017
Applaudita lo scorso autunno a Bergamo, Jessica Pratt ha elevato al cielo il ruolo di Gilda! Si è abbagliati dalla purezza e la facilità della linea del canto, poggiata sempre su solide fondamenta tecniche nonché la grande presenza scenica della diva Australiana.
Recensione

Analisi dell'opera Tancredi

Agencia Nuevas Dimensiones
06 luglio 2017
Jessica Pratt si è dimostrata un'artista davvero promettente. La sua voce dispone di tutto il necessario per affrontare il "bel canto". Molto flessibile e con dei sorprendenti acuti di grande intensità e raggiunti con gran semplicità. Ciò nonostante è ancora molto giovane ed è quindi destinata a diventare una cantante molto interessante. Magnifica in "Più dolci e placide" e "No, che il morir non è".
Recensione

Les arts 2016/2017: Tancredi (Barcellona-Pratt-Shi-Spagnoli; Sagi_Abbado)

Joaquim - IN FERNEM LAND
03 luglio 2017
Jessica Pratt, il soprano inglese (Bristol 1979) residente in Australia che sta diventando una delle belcantiste di riferimento dei giorni nostri, ha cantato Amenaide sfidando una così ispirata Barcellona, offrendoci una replica straordinaria, che ha sospeso la sensazione fisica di spazio e tempo, nel secondo atto con l'aria "che Dio Giusto adorano umile." Pratt possiede una voce bella, chiara e penetrante da lirico leggero, sia sul registro acuto che sovracuto, di una precisione esplosiva. Ma quello che mi è piaciuto di più della sua performance è stato proprio questo suo dominio del canto e controllo del pubblico. Solo i più grandi artisti sono in grado di imporre il silenzio. Quel silenzio che si avverte imponente quando un cantante distribuisce le sue pause ad un teatro tutto assolutamente ai suoi piedi. Lo ha fatto con grande sensibilità, con musicalità attenta e chiara, con una tecnica abbagliante, con ornamentazioni, trilli e scale al servizio dell'emozione. Stratosferica in coppia con Tancredi, in una alternanza gioiosa di bellezza al servizio del canto. Belcanto, il più puro, il più bello.
Recensione

Un finale di stagione squisito

Antonio Gómez Schneekloth - docenotas.com
03 luglio 2017
È stato un momento di grande profondità emotiva interpretato da Daniela Barcellona (Tancredi) e una superba Jessica Pratt (Amenaide), sottolineata dall'orchestra e dal suo direttore Roberto Abbado con un impressionante pianissimo che ha portato al silenzio, vale a dire la morte.
Recensione

Il "Tancredi" di Rossini chiude la stagione 16/17 del Palau de les Artes

Alejandro Martínez - Platea Magazine
02 luglio 2017
...al suo fianco ha brillato l'Amenaide di Jessica Pratt, cantante all'altezza che convince da tutti i punti di vista per la competenza tecnica con cui amministra i suoi mezzi. Sulla linea di Mariella Devia, il soprano Australiano offre un emissione pura e un canto limpido e preciso...
Recensione

Tancredi muore fra gli applausi

Alberto Bosco - Il Giornale della Musica
01 luglio 2017
Valencia: successo per Barcellona e Pratt con Roberto Abbado sul podio ... Il primo merito di questo successo va alla coppia delle protagoniste, Daniela Barcellona e Jessica Pratt: i loro duetti (uno per atto) sono stati il culmine della serata, e chi ha avuto la fortuna di poterli ascoltare si è portato a casa una lezione su quello che significa il canto per Rossini, ovvero un mezzo per sublimare l’azione e il dramma in una superiore dimensione di ideale bellezza. ... La Pratt ha sfoggiato una padronanza di mezzi tecnici e vocali sbalorditiva (la sua cabaletta nel secondo atto ha buttato giù il teatro)...
Recensione

Il Palau de les Arts di Valencia chiude la stagione con le rappresentazioni notevoli dl 'Werther' e 'Tancredi'

Xavier Cester - El cronista errant
30 giugno 2017
Al fianco di Barcellona, Jessica Pratt è stata un'Amenaide sensazionale: voce piena, agile sia sul registro acuto sia quello esplosivo dei sovracuti, e fraseggio meticoloso.
Intervista

Intervista a Jessica Pratt

Paloma Sanz - Brio Classica
27 giugno 2017
Dicono che è la naturale erede di Joan Sutherland. Non a caso, il soprano australiano è considerata una dei migliori interpreti internazionali del suo repertorio. Ora arriva in Spagna, al Palau les Arts Reian Sofia di Valencia dove debutta, e lo fa nel ruolo di Amenaide dal Tancredi di Rossini. Una grande opportunità per ascoltare le abilità canore di questa grande interprete.
Recensione

La voce, che valore insostituibile

Rosa Solà - Valencia Plaza
26 giugno 2017
...[Jessica Pratt] ben presto ha preso le redini, ed ha affrontato con dramma e credibilità le temibili sfide imposte da Rossini. Le agilità superate senza problemi, lo stesso dicasi per i legati. Con Barcellona hanno navigato fra i numeri più agitati così come quelli più poetici. In definitiva: il pubblico ha goduto di due artisti consumati che hanno unito una tecnica impeccabile alla profonda conoscenza della lingua rossiniana.
Recensione

Rossini trionfante: Daniela Barcellona guida un raffinato ed emozionante Tancredi in Valenzia

Laura Servidei - Backtrack
26 giugno 2017
Amenaide, cantata da Jessica Pratt, è una creatura più eterea, sopraffatta dagli eventi e incapace di navigarli al punto di non riuscire a spiegarsi a Tancredi e convincerlo di non averlo tradito. La voce della Pratt era in forma eccellente con le caratteristiche giuste per Amenaide: una certa brillantezza algida e pura, forti e potenti sovracuti, precisione e agilità nella coloratura fino al punto da assomigliare ad una Regina della Notte. Tutto questo ha contribuito ad un convincente personaggio tridimensionale, la cui innocenza è palesata come un brillante di fronte ai dubbi e le accuse di tutti. I suoi sovracuti davvero spettacolari e la sua interpretazione emozionante e carica di trasporto. L'aria e la cabaletta dal secondo atto, un vero viaggio attraverso l'anima di Amenaide, dove la Pratt ci ha guidato attraverso il dolore e la disperazione verso la gioia e la speranza.
Recensione

"TANCREDI" (Gioachino Rossini) - Palau de les Arts - 06/23/17

Atticus's Blog
26 giugno 2017
...ieri ancor di più, l'esibizione di belcanto allo stato puro offerta da Jessica Pratt è stata sublime. Era la prima volta che il soprano saliva sul palco principale de "Les Artes" per cantare un opera, dopo una apparizione fugace nell'infausto Auditorio nel 2015 con il Davidde Penitente Mozartiano, da cui avevamo avuto buone sensazioni ma nulla a che vedere con la lezione di maestria della scorsa notte. Jessica Pratt ci ha abbagliato con una brillantezza vocale spettacolare, uno strapotere incontestabile nella zona acuta e una linea di canto squisita e raffinata, producendo suoni delicati ed eterei senza che per questo la voce perdesse presenza o corpo. Un canto raffinato adornato di elegante controllo (sensazionali, per esempio, i pianissimi in Giusto Dio che umile adoro); una coloratura incontaminata, in cui ogni nota è collocata al suo posto con perfetta rifinitura; ogni mordente, ogni trillo; ogni picchiettato; ogni appunto sulla partitura si è percepito perfettamente, trasformato in quei suoni celestiali che ci ha offerto ieri il soprano australiano.
Recensione

Il Tancredi de Les Arts s'impone sugli imprevisti e la scena

Sixto Ferrero - Diari La Veu
26 giugno 2017
Il soprano Jessica Pratt ci aveva già dato piccoli assaggi delle sue abilità due anni fa quando ha fatto un breve comparsa per Davidde Penitente di Mozart. Venerdì ha assunto il ruolo di Amenaide e lo ha fatto con un omogeneità di timbro su tutti i registri e una proiettata posizione vocale. L'inglese ha ricevuto una delle ovazioni più forti prima delle consegne, mantenendo la qualità per tutta l'opera, e rifinendo di enfasi ed eleganza, arie d'estrema difficoltà. Se si dovesse fare una classifica, ora che la stagione volge al termine, Pratt è senza dubbio la gran trionfatrice.
Recensione

Tancredi, un Rossini inedito al Palau

Arturo Reverter - El Cultural
26 giugno 2017
Amenaide è la giovane e fresca Jessica Pratt, con timbro argenteo e facile coloratura.
Recensione

Daniela Barcellona e Jessica Pratt, un duo quasi perfetto per "Tancredi"

Joan Castelló - el Periodico - EFE
26 giugno 2017
L'ottima performance sia del mezzo Barcellona sia del soprano Pratt si aggiunge alla direzione musicale appassionata e coraggiosa di Roberto Abbado... Non da meno il soprano inglese Jessica Pratt, con voce accattivante e agilità meravigliose, nei panni di un Amenaide che lotta contro le avversità... Pratt conquista chiaramente il favore del pubblico con il virtuosismo con cui ha cantato arie e cavatine come "Più dolci e placide" e "No, Che Non è Il morire", oltre che bellissimi duetti con Daniela Barcellona. Le due protagoniste si sono battute con coraggio contro gli ottoni visti i ruoli di grande requisito vocale. Hanno offerto momenti suggestivi in ?cui, prima di ogni altra cosa, si è evidenziata la bellezza delle loro voci.
Recensione

Critica: 'Tancredi', Gioachino Rossini, al Palau de les Artes

Raúl Chamorro Mena - Codalario
26 giugno 2017
...[Jessica Pratt] ha mostrato le sue qualità di belcantista, quel senso di abbellimento di ogni frase, di ogni risoluzione, quel legato di buona scuola, il controllo della dinamica così come la buona fattura della coloratura e la facilità del sovracuto. Ben coordinata con la Barcellona nei due magnifici duetti (uno per atto), ha raggiunto il suo apice nella grande scena del secondo atto “Gran Dio!...Giusto Dio che adoro umile” con una buona esibizione di coloratura che ha vinto una grande ovazione del pubblico.
Recensione

La tragica risonanza del silenzio eterno

Daniel Martínez Babiloni - Audio Clásica
25 giugno 2017
Sia Daniela Barcellona sia Jessica Pratt, che ha cantato questa versione a Laussana, hanno interiorizzato i loro ruoli. Insieme hanno formato una bella coppia. ... Pratt si è espressa con gran gusto, realizzando il suo personaggio sia dal punto di vista recitativo che vocale. Ha sfoggiato bellissimi legati e picchiettati.
Intervista

Gli acuti

INDIRA BASU - The Hindu
10 ottobre 2016
Non disponibile in italiano
Operatic soprano Jessica Pratt and SOI resident conductor Piotr Borkowski, who will perform this evening, have both been influenced by their fathers and share a love for jazz
Agosto 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
31
 
1 Ago
2
3
 
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
1 Set
2
3
4
5
6
7
8
9
10
Sottoscrivi il calendario di Jessica
Jessica Pratt su hello

Jessica Pratt su hello

27 giugno 2017
Jessica Pratt su Ópera Actual

Jessica Pratt su Ópera Actual

Sergi Sánchez
01 gennaio 2016
Jessica Pratt su Opera Now

Jessica Pratt su Opera Now

01 giugno 2015
Jessica Pratt su Melomano Magazine<br/>Una nueva voz desde Australia

Jessica Pratt su Melomano Magazine
Una nueva voz desde Australia

Andrés Moreno Mengíbar
01 novembre 2013
Jessica Pratt su Fine Music Magazine<br/>The world at her feet

Jessica Pratt su Fine Music Magazine
The world at her feet

Randolph Magri-Overend
01 agosto 2013
Jessica Pratt su Vogue Italia<br/>Melodrama queen

Jessica Pratt su Vogue Italia
Melodrama queen

Valentina Bonelli
12 febbraio 2013
Non disponibile in italiano
Regina del belcanto, l'australiana Jessica Pratt ha stregato i fans italiani con le sue appassionate eroine della lirica. Cui presta la propria voluttuosa bellezza anglosassone.

Cronologia

È possibile ordinare il repertorio sulla base delle seguenti chiavi...
Titolo Compositore Lingua Produzioni Spettacoli Debut
Titolo Compositore Lingua Produzioni Spettacoli Debut
Adelaide di Borgogna Gioacchino Rossini Italian 1 5
Armida Gioacchino Rossini Italian 1 7
Aureliano in Palmira Gioacchino Rossini Italian 1 4
Candide Leonard Bernstein English 1 4
Ciro in Babilonia Gioacchino Rossini Italian 2 6
Demetrio e Polibio Gioacchino Rossini Italian 1 4
Die Zauberflöte W. A. Mozart German 2 10
Don Giovanni W. A. Mozart Italian 3 8
Don Pasquale Gaetano Donizetti Italian
Giovanna d'Arco Giuseppe Verdi Italian 1 2
Giulio Cesare in Egitto Friedrich Händel Italian 1 5
Guillaume Tell Gioacchino Rossini French 1 3
I Capuleti e i Montecchi Vincenzo Bellini Italian 2 6
I Puritani Vincenzo Bellini Italian 12 27
Il Barbiere di Siviglia Gioacchino Rossini Italian 1 3
Il Signor Bruschino Gioacchino Rossini Italian 1 3
L'Africaine Giacomo Mayerbeer French 1 4
L'elisir d'amore Gaetano Donizetti Italian
La bohème Giacomo Puccini Italian 1 3
La fille du régiment Gaetano Donizetti French 1 3
La Juive Fromental Halévy French 1 3
La Sonnambula Vincenzo Bellini Italian 9 26
La Sposa di Messina Nicola Vaccaj Italian 1 1
La Traviata Giuseppe Verdi Italian 2 7
Le Comte d'Ory Gioacchino Rossini French 1 1
Le convenienze e inconvenienze teatrali Gaetano Donizetti Italian 2 7
Linda di Chamounix Gaetano Donizetti Italian 1 6
Lucia di Lammermoor Gaetano Donizetti Italian 25 77
Messa di Gloria Gioacchino Rossini Latin 1 2
Otello Gioacchino Rossini Italian 2 5
Rigoletto Giuseppe Verdi Italian 7 22
Roméo et Juliette Charles Gounod French 1 3
Rosmonda d'Inghilterra Gaetano Donizetti Italian 2 6
Semiramide Gioacchino Rossini Italian 3 9
Sinfonia Gaetano Donizetti Italian 1 1
Tancredi Gioacchino Rossini Italian 2 10

General Management

GM Logo

GM Art & Music

Gianluca Macheda

Logistics

Stefania Ramacciotti

Press and Public Relations

Mindi Rayner Public Relations

1655 Flatbush Avenue
Suite B 409
Brooklyn, New York 11210
Ph. +1 (718) 377 4720
Fax. +1 (718) 258 4559
mindirayner@cs.com

Fidelio Artists

Ph. +34 616 76 08 66
info@fidelioartist.com